Soluzione Pick to Light

La tecnologia pick to light viene utilizzata in aree generiche:

  • di prelievo materiale (siano esse di produzione, asservimento produzione o magazzino);
  • di assemblaggio;
  • di chiamata operatore/materiale.

Attualmente per realizzare questa tipologia di soluzione si utilizza una versione pick to light cablato, con un bus di campo (RS485 ad esempio) in grado di portare sia l’alimentazione necessaria ad accendere i led sia i segnali logici per le relative accensioni. In ogni ubicazione, KLT, cassettina o location a seconda di come la si vuol chiamare, viene posizionato un modulo cablato, composto generalmente da un pulsante, un display ed un led/lampada luminosa.

Tutti i pulsanti vengono poi collegati in serie con il relativo bus di campo e il tutto viene collegato prima ad un controller, detto centralina, e poi da quest’ultimo si arriva ad un server con la relativa software application. L’operatore a questo punto deve solamente seguire i led accesi e prelevare da quell’ubicazione e/o cassetta la quantità visualizzata sul display del modulo stesso. Per confermare l’operazione e passare alla successiva dovrà, in ne, premere il relativo pulsante sul modulo. La soluzione pick to light risulta, quindi, seguire le ultime indicazioni di innovazione, essendo una soluzione cosiddetta visual, in quanto l’operatore deve solo seguire una sequenza ordinata di luci e confermare tutte le volte la presa dei pezzi premendo il relativo pulsante. Come descritto sopra la soluzione può essere declinata in diversi campi di applicazione: nel caso di un’applicazione in assemblaggio, l’operatore non solo avrà l’indicazione di cosa prelevare ma anche la sequenza corretta di quali pezzi prelevare per effettuare un assemblaggio corretto.

Nel caso, invece, di applicazione di chiamata materiale e/o operatore, verrà posizionato un modulo in ogni posizione operatore e l’operatore in caso di necessità dovrà semplicemente premere il pulsante per chiamare un responsabile oppure il magazziniere con del nuovo materiale da lavorare. Chiaramente tutto questo risulta essere per le aziende e per gli operatori semplice, visual, friendly ed e cliente.

Ha le seguenti periferiche:

  • d3x Ethernet Port 10/100 Mbit/s
  • 1x USB Host 2.0
  • 2x Serial UART Multistandard (RS232/RS485/RS422)
  • 6x Isolate Digital Input
  • 4x Isolate Digital Output

Ha le seguenti periferiche:

  • frequenza di trasmissione 868 MHZ
  • Possibilità di comandare più periferiche contemporaneamente
  • Durata batteria 2/3 anni

Sistema di gestione:

I sistemi gestionali informatici nascono nelle aziende per gestire oltre a tutta la parte amministrativa (bolle fatture, anagrafiche clienti e fornitori, ordini di acquisto e vendita), anche la gestione parallela dei processi di produzione e magazzino.

Per questo motivo è importante che questi sistemi interagiscano con le tecnologie presenti sul campo (magazzino e produzione) ricevendo i dati necessari a svolgere le analisi. Da qui l’utilizzo della piattaforma IOT Connect, un middleware di gestione hardware e HMI in grado di gestire i dati provenienti dal campo e trasferirli in modo sicuro e semplice a gestionali, ERP, MES, WMS. La piattaforma è in grado di garantire la corretta e continuativa funzionalità dei dispositivi installati (PTL, dispositivi RFID, tablet, add-on, terminali RF, SB1, ecc.) Connect gestisce tutto il processo di gestione e rielaborazione del dato, lasciando al sistema gestionale (ERP, MES, WMS) l’intelligenza e il governo del processo.

La comunicazione tra il connect e la piattaforma a monte è bidirezionale.
In questa modalità la piattaforma è un componente essenziale in quanto garantisce la corretta trasmissione del dato dal master ai pulsanti (con o senza display, con sensore, con output). Queste caratteristiche permettono in ogni momento di conoscere lo stato di funzionamento dei singoli componenti. Inoltre, è possibile conoscere in tempo reale lo stato delle batterie, abbinate al MAC del pulsante stesso. La piattaforma, infatti, consente di gestire una “mailing” con l’elenco delle batterie che si stanno scaricando; tale mailing potrà essere impostata dal cliente stesso, in alternativa tale dato potrà essere gestito direttamente dal gestionale. Lo scambio dati da e verso il software gestionale potrà avvenire in diverse modalità e la scelta verrà condivisa in funzione della richiesta del cliente:

  • Webservice
  • Dbms
  • File .XML
  • OPC UA