Drop us a line

Progetti

QSD Sistemi ha partecipato in prima persona allo svolgimento di molti progetti in diversi ambiti e con diverse aziende.

Le modalità di partecipazione a questi progetti possono essere:

  • Chiavi in mano: QSD Sistemi sviluppa il progetto in base alle specifiche del cliente che ne verifica solo l'avanzamento
  • Compartecipazione: QSD Sistemi fornisce al cliente un team specializzato che si occupa solo di una parte del progetto
  • Consulenza: QSD Sistemi fornisce personale specializzato integrato nel team del cliente

Sistema di controllo accessi a tornelli con motore brushless. (2016)

Il sistema si compone di un fast gate dotato di 16 fotocellule che determinano l’univocità e la direzione del passaggio. Le schede Q163/164 con processore i.MX28 verificano l’input dalle fotocellule e danno il consenso all’apertura del passaggio interfacciandosi con la scheda H229 di controllo del motore brushless dotata di processore kinetics. Sono stati progettati e sviluppati gli algoritmi di identificazione di passaggio contemporaneo di una o due persone e l’eventuale presenza di trolley.


Quadro di bordo per autobus.

Progettato per ATM Milano Il sistema si compone di una scheda Q213 con processore I.MX6, alimentatore a norme. EN50155 e touch screen resistivo da 7”. Vedi foto


Sistema di sicurezza per abitazioni e piccole aziende (2015)

Il sistema è composto da sensori commerciali di rilevazione fumo, perdite d’acqua, presenza, sirene di allarme in RF 868 Mhz e utilizza un tablet 7” per tutte le operazioni di gestione e visualizzazione allarmi e può essere collegato ad una centrale operativa per la gestione di tutti gli eventi anomali. QSD, oltre al software di gestione, ha progettato la scheda K227 come sistema centrale di ricezione e trasmissione in RF 868 Mhz da e per i sensori e un sistema remoto di apertura porte.


Sistema di controllo e gestione porte rotanti con motori in c.c.(2015)

Il sistema si compone dell’unità logica Q163/164, della motherboard H218 e delle schede H219 di controllo dei motori in C.C. Sono stati progettati tutti gli algoritmi di controllo dei motori, implementati nel software di gestione che si interfaccia e gestisce anche tutti i sensori di allarme. Inoltre le porte sono parametrizzabili remotamente via wifi tramite un’ app su tablet che gestisce anche tutte le situazioni anomale.


Dispositivo di rigenerazione cellulare (2014)

Il dispositivo emette onde magnetiche a bassissima frequenza che permettono un velocizzazione della rigenerazione cellulare. QSD ha inoltre sviluppato sia il dispositivo medicale che la relativa macchina per test in laboratorio. Vedi foto


Sistema per biodecontaminazione ambientale (2013-2014)

Il sistema si compone delle schede Q163/164 con relativo touch screen per la gestione logica e della scheda A196 di potenza per le gestione delle periferiche (fornelletto, sonda PT100, pompe peristaltiche etc). Qsd ha progettato sia l’hardware sia il software comprensivo degli algoritmi di controllo delle temperature e dell’emissione dei fluidi.


HMI per sistema per radiografie panoramiche dentali (2013-2014)

Con la scheda V187 e relativo Touch screen QSD ha sviluppato il sistema di gestione e comando si tutte le funzioni di una macchina per radiografie dentali in 3D.Vedi foto


HMI per sistema di tomografia (2012- 2103)

Con la scheda V181, progettata con microprocessore IMX28, si è creata un interfaccia con touch screen per il comando di tutto le funzioni di un apparato per tomografia (vedi foto). In questo progetto ha inoltre sviluppato il software di comando di tutte le movimentazioni meccaniche su processore PIC. Vedi foto


HMI per sistema di tomografia (2012- 2103)

Con la scheda V181, progettata con microprocessore IMX28, si è creata un interfaccia con touch screen per il comando di tutto le funzioni di un apparato per tomografia (vedi foto). In questo progetto ha inoltre sviluppato il software di comando di tutte le movimentazioni meccaniche su processore PIC. Vedi foto


CENTRO RTT (2011-2013)

QSD ha sviluppato interamente il sistema di comunicazione software, gestione dei messaggi e delle telefonate fra i treni della metropolitana e la Sala centrale ATM integrandosi con il software di gestione centrale. Il sistema si compone di un centralino Asterisk e di un’architettura ridondata ad alta affidabilità di 6 server e colloquia con il sistema RTT su treno sviluppato negli anni precedenti. Vedi schema

Sistema Radio Terra Treno (2006-Oggi)

E' un sistema per la comunicazione radio tra i centri di controllo delle tre linee ed i mezzi in movimento, realizzato per la rete metropolitana di Milano in collaborazione con Firema ed Ansaldo Breda, compatibile al cento per cento con i vecchi sistemi UHF/VHF.


Elettronica per macchina da caffè ad uso casalingo (2008)

In collaborazione con JDM Deisgn QSD Sistemi ha sviluppato l'elettronica ed il software per la gestione di una macchina ad uso domestico per la preparazione di caffè.


Sviluppo software embedded per controllo macchinari per lavorazioni meccaniche - (2007-Oggi)
QSD ha fornito al cliente un team per il porting di Linux su di una scheda embedded custom. In seguito, ha partecipato al porting ed all'aggiornamento di un software sviluppato per la gestione di un apparato per l'ottimizzazione delle lavorazioni meccaniche.


Router Multi Standards (2007-Oggi)

Sviluppo di una scheda elettronica, basata su linux embedded, e configurata per essere un router multi standards (wifi, wimax, ethernet, voip..) con micro PowerQuicc2, core PPC, di Freescale.


Controllo motori passo-passo per orientamento antenne (2007)

Sviluppo per conto di Telsa di un sistema per il controllo di motori passo-passo per l'orientamento delle antenne.


Interfaccia e software per macchine da bar (2007)

QSD ha sviluppato, per un'importante azienda italiana del settore macchine da caffè, l'interfaccia uomo-macchina e il software di gestione per un sistema destinato al mercato straniero per la creazione di bevande calde.


Grafica Embeddedd (2007)

Sviluppo di un sistema per la creazione di schede di grafica e relative interfacce - con la possibilità di inserimento immagini jpeg/bmp - per sistemi embedded. Il sistema permette la simulazione su PC per controllare preventivamente le funzionalità da implementare sulla scheda.


Team di sviluppo nel dipartimento di ricerca e sviluppo di NSN, ex Siemens TLC (2005 - Oggi)

QSD ha creato un grosso team di persone stabilmente presente presso il reparto di ricerca e sviluppo della sede di Milano della Nokia Siemens Network. Questo team si occupa di tematiche legate all'hardware, al software emebedded ed allo sviluppo di algoritmi per le stazioni di terra che gestiscono il traffico telefonico radiomobile.


Sviluppo sistema elettronico per Vending Machines (2005 - 2008)

Un'elettronica completa per distributori automatici, in particolare di sigarette, sviluppando sia l'elettronica di gestione motori, sia l'elettronica per la gestione delle periferiche e i relativi.


Sistema informativo di bordo MM linea 3 (2004-2006)

Porting del precedente sistema informativo di bordo su piattaforma Unix e scrittura di driver per il bus ferroviario MVB.

Durante questi 5 anni QSD ha rafforzato i rapporti con i suoi clienti storici ed è entrata nel mercato ferroviario.


Progettazione ed integrazione di un sistema di navigazione portuale portatile - (2003-2005)

Il sistema mette a disposizione dei piloti di porto o degli addetti al controllo traffico un sistema di navigazione portatile, di alta precisione e indipendente dalla strumentazione di bordo della nave su cui viene messo in opera.
La determinazione della posizione e della dinamica della nave é accurata (GPS con HEADING SENSOR), così come la visione il più possibile completa del traffico circostante (UAIS e collegamento con la rete generale via Internet).
Il sistema è previsto anche per equipaggiare rapidamente imbarcazioni d’appoggio, da dispiegare nell’area portuale in condizioni particolari e con brevissimo preavviso.


Tools di sviluppo DVD-ROM via ATA-ATAPI (2003)

Tools MFC sviluppati con Microsoft Visual C++ in grado di comunicare tramite interfaccia IDE via ATA-ATAPI ad un device sia in maniera diretta (avendo sviluppato un driver di sistema con le librerie DDK) sia indiretta (Librerie WnASPI). Inoltre é possibile l’upgrade del firmware del micro dedicato utilizzando appositi comandi ATAPI


Sistema test per radar infrarosso (2000-2003)

Sistema che genera scenari di test per FLIR con la sostituzione della sensor head. Basato su 4 DSP senza sistema operativo montati su scheda Hydra, dotati di memoria condivisa , comunicanti tra loro mediante canali DMA. Lo sviluppo della MMI é stato fatto in ambiente National Labwindows CVI.


Sistema informativo di bordo MM linea 3 (2000-2002)

Questo sistema si fa carico di gestire le corse della metropolitana e tutti gli allarmi presenti comunicandoli sia al macchinista sia a terra. Il software è stato scritto in linguaggio C e l’identico sorgente può essere compilato sia sotto micro 80186 embedded che sotto DOS e Windows (modificando il layer basso). Pertanto su ambienti diversi si hanno eseguibili di identica funzionalità.


WLL-DECT (1999-2002)

Partendo da uno stack DECT esistente QSD ha rielaborato il codice per le nuove esigenze del cliente ed ha progettato l’hardware di supporto. Si é cosí sviluppato un WLL (Wirless Local Loop) per la parte “Home”. I compilatori utilizzati sono della National Semicoductors della serie 14XXX.


SIMULATORE DI TACAN (2000-2002)

Si é sviluppato su due Xilinx Spartan II 200, comandati tramite AVR ATmega16 da un PC touch-screen, un simulatore di TACAN (Tactical Air Navigation) in grado di comunicare con TACAN di bordo simulando sia il normale funzionamento sia situazioni anomale.


Programmazione embedded per protocollo ATA-ATAPI (2001-2002)

Sviluppato su ST10/C166 si appoggia ad un driver IML2100 incluso in un micro ST dedicato. Riconosce i comandi ATAPI da PC (SSD8090) secondo le specifiche Microsoft HCT-10 (XP compatible).


Tools di debug per CD e DVD via RS232 (2000-2001)

In ambiente Labwindows CVI controlla via RS232 un DVD-ROM permettendo l’accesso alla RAM di un micro ST dedicato basato su microprocessore ST10/C166. Controlla inoltre parametri indicatori di un DVD come “Bit Error Rate”, “Jitter”, “Sid”. Permette, tramite ST10, la scrittura e lettura diretta della flash del sistema.


Sviluppo hw-digitale di TACAN DI BORDO (1999-2000)

Per un interrogatore di bordo sono state implementate delle funzioni di controllo per la trasmissione e la ricezione e le funzioni per il calcolo di bearing, range e riconoscimento radiofaro TACAN. Si sono utilizzate delle FPGA Xilinx 4062 controllate da un micro intel 80186. Sono presenti quasi tutte le interfacce avioniche (Panavia, Arinc, Mitac).


Sistema di pesatura per Silos (2000)

In ambiente CVI (utilizzando una scheda National) si é sviluppato un sistema di pesature per Silos basato su celle di carico. Imperniato su un bus di campo (PROFIBUS) rileva informazioni sul peso misurato e ne ricava la relativa diagnostica.

I progetti in ambito civile sono diventati preponderanti rispetto a quelli in ambito militare.


SW di servo controllo su DSP per meccanica DVD - (1999)

Utilizzando due DSP di proprietà STM (Emerald ed MMDSP) si sono implementati due algoritmi di servo controllo (PID) in grado di mantenere il pick-up laser di un DVD a fuoco ed in traccia.


Elaborazione algoritmo compressione dati Audio ed implementazione su DSP - (1998)

Elaborato direttamente in C consente una compressione di tipo psico-acustica con blocchi MDCT e IFDC in serie (tipo ATRAC). L’algoritmo é stato poi implementato in un DSP 56K.


Controllo Gruppo Colore per rotative - (1997)

Realizzato in ambiente CVI controlla, tramite schede National, i Piv di una rotativa per il mantenimento di tiro costante tra i rulli. Fornisce, inoltre, una diagnostica accurata ed una visualizzazione di tutte le variabili in gioco.


Stazione di controllo in ambiente industriale - (1997)

Rete per monitorare il flusso di capi in una lavanderia industriale del Policlinico Gemelli. Oltre a tre PC connessi con rete NT si é sviluppato un programma in CVI in grado di comunicare con schede custom e PLC via 323/422.


TEST EQUIPMENT radar passive - (1996 – 2002)

L’apparecchiatura é basata su una scheda custom per PC, un PC industriale ed un SW in ambiente WIN95. La scheda PC é in grado di simulare diverse interfacce dedicate (in ciascuna interfaccia é presente una Fifo o una RAM in maniera tale da poter ripetere ciclicamente un pattern di dati senza intervento del PC). La logica che gestisce il protocollo di basso livello risiede in logiche riprogrammabili, per cui può essere variato il protocollo direttamente da PC senza smontare la Board.


Software applicativo per radar militari - (1996 – 1997)

Il progetto si riferisce all’implementazione di un particolare algoritmo creato per scopi militari che richiede un elevato numero di elaborazioni. Sviluppato inizialmente in C, e testato tramite test vectors su PC é stato ottimizzato in alcune parti riscritte in assembler e portato su piattaforma dedicata multiprocessor basata su un array di 9 DSP (Motorola 56K e 96K). SW sviluppato a specifiche DOD 2167.


Test Program Set per radar analogico - (1996)

Il lavoro consiste nello studio di un radar analogico; nella individuazione delle fault area e nella progettazione dell’interfaccia fra una macchina di test standard ed il radar in oggetto.


FAX PUBBLICO - (1995-96)

Tramite SW Borland C++ é stato progettato interamente un Fax implementando le T4 e T30 del CCITT. É stato realizzato un codice, prima in ambiente PC e poi embedded. Il software si occupa delle comunicazioni tra le macchine HW mediante l'utilizzo di Macchine a Stati e protocolli di comunicazione di tipo LLC. Implementati i primi 3 livelli ISO-OSI. In caso di rilevamento del guasto il monitore é duplicato per assicurare la fault tolerance.

QSD durante questi anni pur proseguendo l'attività nell'ambito militare, ha iniziato ad affacciarsi al mondo dell'elettronica civile e a quello delle telecomunicazioni.


Studio Ottico per Scanner - (1995)

Partendo da uno scanner particolare che prevedeva degli specchi in movimento sia rotatorio sia traslatorio, attraverso un reverse engineering è stato eseguito uno studio di fattibilitá per la progettazione di un nuovo scanner di caratteristiche simili e di basso costo. Sono state studiate soluzioni alternative sia di tipo ottico-meccanico sia di image-processing.


MONITOR su 56k e 96k - (1995)

Il programma di Monitor sviluppato da QSD Sistemi, si prefigge di controllare il funzionamento di Sistemi Single e Multi Processor su cui sono presenti uno o più processori Motorola 56k e 96k. Il programma é stato scritto in C per ambiente DOS ed in assembler per la parte su 56K e 96k.


SMGCS - Surface Movement Guidance Control System - (1994)

QSD ha realizzato la simulazione degli algoritmi di Data Extractor e Data Fusion orientati ad un approccio multisensoriale e di Tracking and Labelling, basandosi su algoritmi ad ipotesi multiple ed identificazione del target partendo dal “contour plot”.


RADAR - AGC & CLUTTER LOCK - (1992-1994)

Dallo studio di throughput era risultato che un solo DSP non era sufficiente.  QSD ha proposto un particolare algoritmo di Clutter Lock facilmente implementabile da una architettura di elaborazione parallela. Pertanto la scelta si è orientata verso un’implementazione di macchina HW di elaborazione parallela che pre-elaborasse i dati ed un DSP per l'elaborazione finale. Per la macchina hardware sono state utilizzate FIFO ed EPLD di grandi dimensioni (MAX5128). Prima della costruzione l'unità di pre-elaborazione è stata interamente simulata.


RADAR - Signal Processor - (1992-1994)

Utilizzando i micro DSP dell'ultima generazione é stato possibile costruire una compatta unità di elaborazione (3 doppie Eurocard) con un grado di parallelismo pari a 7. In questo progetto è stato utilizzato un particolare DSP con architettura Harward esterna (doppio bus) e moltiplicatore floating IEE parallelo.


VOR (Conventional VOR & Doppler VOR) - (1990-1992)

QSD ha sviluppato uno studio sistemistico di simulazione di emissione di segnale di N antenne disposte circolarmente per realizzare:

  • il numero minimo ed ottimale delle antenne;
  • la possibilità di esecuzione di tutte le misure tramite campionamento ed elaborazione digitale del segnale;
  • la possibilità di monitoraggio del campo lontano tramite antenna vicina.

Sono progetti sviluppati nei primi anni di attività della QSD e sono legati maggiormente a grosse aziende nei settori difesa e aiuto alla navigazione aerea.


NDB (Non Directional Beacon) e ATU (Automatic Tuning Unit) - (1989-1990)

In questo progetto è stata implementata un’architettura multi-micro (80188) per garantire una struttura fault tolerant per sistemi safety critical. Un doppio trasmettitore e monitore, una singola unità di I/O ed un singolo ATU, uniti tramite un bus seriale, garantivano un’architettura flessibile, low cost e fault tolerant.


RADAR - AGC & CLUTTER LOCK - (1988-1989)

Questa unità esegue gli algoritmi per ottimizzare il guadagno del ricevitore e per inseguire il clutter di terra. Il progetto è basato su DSP e logica PLD. QSD ha progettato sia la parte hardware sia quella software.


RADAR - Signal Processor - (1987-1988)

Utilizzando i micro DSP dell'ultima generazione é stato possibile costruire una compatta (3 doppie Eurocard) unità di elaborazione (180 MIPS) con un grado di parallelismo pari a 6. Questa unità era in grado di elaborare un segnale (2.000.000 campioni al secondo) eseguendo filtraggi e valutazioni spettrali. Il progetto era basato su gate array riconfigurabili e su DSP56000. QSD ha collaborato interamente agli studi sistemistico, algoritmico e di fattibilità ed alla realizzazione di alcuni prototipi.


Famiglia di apparati di terra per aiuto navigazione aerea - (1984-1987)

QSD. ha collaborato con il cliente per la progettazione hardware e software del monitoraggio del segnale trasmesso. L'apparecchiatura (monitore) progettata esegue numerose misure (ritardo di risposta, sensibilità, soppressione degli echi, eccetera) controlla il corretto funzionamento del transponder ed attua lo scambio nel caso di rilevamento del guasto. Il monitore é duplicato per assicurare la fault tolerance.